Come e perchè SMS Marketing

Ciao a tutti, oggi analizziamo il ruolo dell’SMS nel mondo del Mobile Marketing. Nonostante i suoi 25 anni, l’SMS si è reinventato come mezzo estremamente efficace per la comunicazione tra imprese e clienti.

A2P: crescita dell’SMS

Sono infatti passati molti anni da quanto nel 1992 il giovane ingegnere inglese Neil Papworth inviò il primo SMS. Ultimamente, a causa dell’invenzione delle App per messaggistica istantanea (WhatsApp, Viber, FB Messanger, ecc…), il suo utilizzo per comunicazioni di carattere personale ha subito un calo che però, è stato bilanciato dall’incremento di questo mezzo nelle comunicazioni A2P (application-to-person).

 

Certezza di lettura e ben visto dal pubblico

L’SMS offre tassi di apertura estremamente elevati (98%), che gli conferiscono un ruolo primario in questo settore. Inoltre, nel 90% dei casi, queste aperture avvengono nei primi 3 minuti dopo l’invio.
In Italia, il mercato è molto grande: il 97% della popolazione sopra i 16 anni possiede uno smartphone o un classico telefono.

Per quanto riguarda l’user experience, anche da questo punto di vista le percentuali positive sono molto alte, infatti il 75% dei consumatori ritiene l’SMS uno strumento molto efficace per istaurare un rapporto tra impresa e cliente. [2] Addirittura il 64% del pubblico ritiene che, le aziende dovrebbero utilizzare di più l’SMS, così da ottenere una comunicazione facile e rapida. [3] E’ interessante anche evidenziare che l’81% degli intervistati preferisce l’SMS rispetto all’utilizzo di App dedicate da parte dell’impresa. [4]

 

L’SMS fa per te se

  • Vuoi comunicare in modo più efficace con i tuoi clienti
  •  Hai bisogno di un modo alternativo per pubblicizzare i tuoi prodotti
  • Ti piacerebbe espandere il tuo business in nuove aree
  • Hai un CRM e vuoi automatizzare l’invio di notifiche via SMS

Se questo articolo ti ha interessato e vuoi provare una nuova frontiera della comunicazione, visita il nostro sito.

Rimarrai sorpreso dalla quantità di soluzioni offerte per il tuo business.

Carolina Benanti & Riccardo Barana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *